Organi Collegiali

Per assicurare la partecipazione democratica di cui al DPR n. 416/1974 e al D.Lgs. n. 297/1994, sono costituiti e regolarmente funzionanti i seguenti Organi Collegiali:

 

Consiglio di Istituto

È formato da 3 rappresentanti dei Genitori eletti fra le persone della componente che si sono rese disponibili; da 3 rappresentanti dei Docenti e da 3 membri di diritto (Gestore-Legale Rappresentante dell’Ente, Coordinatore delle attività educative, Responsabile della Segreteria Didattica)

Ha potere deliberante – nel rispetto degli indirizzi generali emanati dal Consiglio di Amministrazione della Fondazione – su tutto ciò che riguarda l’organizzazione e la programmazione della vita e dell’attività della Scuola. E’ presieduto e convocato da un Genitore eletto a maggioranza in seno al Consiglio stesso e dura in carica un triennio.

 

Collegio Docenti

È formato da tutti gli Insegnanti in servizio, dal Coordinatore delle attività didattiche che lo convoca e lo presiede, e -quando necessario- dal Gestore-Legale Rappresentante dell’Ente; è il punto visibile dell’unità e della corresponsabilità educativo-didattica della Scuola; ha il compito di curarne la valenza culturale, di stabilire gli obiettivi formativi generali e, sulla base degli obiettivi specifici stabiliti dalle Nuove Indicazioni Nazionali per il Curricolo della scuola primaria, di scegliere i contenuti educativi su cui ogni Docente imposta il proprio lavoro, di rielaborare e verificare continuamente il procedere del percorso didattico per dare attuazione alla progettazione formativa.

 

Consiglio di Interclasse

È formato dai Docenti di ciascuna classe, dal Coordinatore delle attività didattiche che lo convoca e lo presiede e dai Genitori eletti rappresentanti di classe; si riunisce almeno due volte all’anno per:

  • formulare proposte in ordine all’azione educativa e didattica
  • favorire positivi rapporti reciproci e una concreta e costruttiva collaborazione tra docenti, genitori e alunni, al fine di costituire una autentica comunità educante
  • offrire una concreta e costruttiva collaborazione fra famiglie e scuola
  • esprimere un parere sui libri di testo da adottare (maggio).

Resta in carica un anno, per cui viene rinnovato all’inizio di ogni anno scolastico.

 

Assemblea di classe

È composta dai Docenti e dai Genitori di ciascuna classe; ha lo scopo di confrontarsi, nel rispetto dei rispettivi ruoli e competenze, sui bisogni formativi della classe, sulle attività e gli strumenti del lavoro scolastico. Si riunisce almeno una volta all’anno, ad ottobre, in occasione dell’ elezione dei Rappresentanti di classe e della presentazione della programmazione didattica ed educativa da parte di ciascun Docente. Può riunirsi durante l’anno scolastico, su convocazione dei Docenti o di 2/3 dei Genitori, per affrontare specifiche problematiche formative -didattiche o comportamentali- via via emergenti che coinvolgono la singola classe.

 

Gruppo di Lavoro per l’Inclusione (GLI)

Ai sensi dell’art. 9, c.8 del D.Lgs. n. 66/2017 è stato altresì attivato il Gruppo di Lavoro per l’Inclusione (GLI), composto da una maestra di classe ed una di sostegno, da un rappresentante dei Genitori e da un rappresentante dell’ASL TO3. E’ nominato e presieduto dal Coordinatore delle attività didattiche; ha il compito di:

  • curare l’inclusione di ciascun alunno nell’ambiente scolastico e nel gruppo classe, anche creando un adeguato contesto accogliente ed attento ai bisogni formativi di ogni alunno
  • contribuire alla eventuale elaborazione dei Profili Descrittivi di Funzionamento secondo ICF
  • supportare il collegio docenti nella definizione e realizzazione del Piano Annuale per l’Inclusione (PAI)
  • supportare i docenti contitolari e i genitori coinvolti nell’elaborazione e nell’attuazione dei Piani Educativi Individualizzati (per alunni on disabilità certificata) e dei Piani Didattici Personalizzati (per alunni con altri “Bisogni Educativi Speciali”, certificati o meno)
  • coordinare le attività didattiche e preparare gli strumenti necessari per personalizzare/
    individualizzare il lavoro scolastico.