“Cari Alunni…” – La lettera del Direttore agli allievi della Scuola

A Ragazze e Ragazzi della Scuola Primaria “S. Giuseppe”

(N.B. La lettera è per voi alunni, ma penso che sarebbe bello leggerla con mamma e papà)

Cara Alunna e Caro Alunno,

mi servo del Sito della nostra Scuola per raggiungerti e farti sapere che tutti noi adulti ti siamo vicini e non ti lasciamo solo nell’affrontare un momento difficile per tutti.

Con i tuoi Insegnanti abbiamo progettato un modo per continuare il dialogo scolastico con te e con i tuoi Genitori: utilizziamo il Sito per imparare anche noi modalità diverse e nuove di fare lezione, porgerti occasioni e strumenti per continuare ad apprendere.

Ti chiedo di non rendere vano il nostro sforzo per migliorare e cambiare la didattica degli apprendimenti scolastici: dicci lealmente ed apertamente se queste diverse modalità di imparare che siamo stati costretti da eventi imprevisti a proporti come alternativa all’impossibile tradizionale lezione in classe ti sono in qualche modo utili.

Mi rendo conto che in tutto questo “surrogato” viene meno il rapporto diretto con i tuoi compagni di classe,  forse anche i dispetti, le liti, gli scherzi… ma anche l’abbraccio, il fare pace, il tornare amici, il “ricomiciamo”; manca il rapporto diretto con i tuoi Insegnanti, magari i loro strilli, rimproveri, castighi, ma anche la loro voce, le spiegazioni, gli incoraggiamenti, le lodi…; non ritrovi più il ritmo della scuola di ogni giorno…

Ma devi sapere che anche questo maledetto virus ha i giorni contati e, se ciascuno di noi farà la sua parte (=rimanere in casa, lavarsi spesso le mani, rimanere a distanza, evitare il contatto ad es. con amici e conoscenti…), gli togliamo forza e lo combattiamo fino ad eliminarlo.

So bene che ciò non è affatto facile, ma tutti noi adulti contiamo anche su di te, sulle tue capacità di non mollare, di seguire le richieste di Genitori ed Insegnanti (ai quali va un grazie immenso per quanto fanno ogni giorno, anche in questo tempo difficile e complicato).

Attraverso il Sito della scuola i tuoi Insegnanti ti chiedono di continuare ad imparare, svolgendo il programma delle singole materie di studio che era stato fissato fin dall’inizio dell’anno scolastico. Se mentre studi hai qualche difficoltà, dubbio, incertezza… non esitare a contattarli: come sempre saranno felici di esserti utile.

Anch’ io resto a disposizione: se mamma o papà hanno problemi legati alla scuola possono scrivermi via mail (luigi@favro.it) o telefonarmi (320.1480166).

Termino con un invito al gioco: di certo è importante che ti impegni a svolgere le attività scolastiche richieste dai tuoi Insegnanti,  a ripassare o studiare quanto già hai fatto,  a leggere tanto cercando anche di capire il significato, a imparare cose nuove… Tuttavia ti chiedo -e l’ho detto anche a mamma e papà- di riservare anche uno spazio, un momento per il gioco: non esiste solo la TV e nei programmi TV non vi sono solo i cartoni animati…; chiedi a mamma/papà o ai nonni: sicuramente sapranno aiutarti a scegliere programmi migliori…

Ad inizio anno scolastico, passando in ogni classe, avevo assicurato che la mia porta sarebbe stata sempre aperta per ciascun di voi: la stessa disponibilità non viene meno in questo momento problematico, anche se le modalità debbono essere diverse.

Un caro augurio di ogni bene.

 

Susa, 11 marzo 2020

Il Direttore

                                                                                                              Luigi  FAVRO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *