Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani

Come ogni anno, le Chiese cristiane sono chiamate ad intensificare la preghiera per l’unità dei cristiani nella settimana dal 18 al 25 gennaio. «Potente è la tua mano, Signore» è il versetto di Esodo 15,6 che fa da titolo alla Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani del 2018. Il versetto fa parte del grande canto di lode che Mosè innalza a Dio dopo il passaggio del Mar Rosso e l’uscita dall’Egitto.

Tutto il testo di Esodo 15,1-21 fa da sfondo alla Settimana che è stata preparata dai cristiani dei Caraibi – che abitano una zona vastissima comprendente terraferma e isole – e appartengono a diverse tradizioni etniche, linguistiche e religiose. Molti dei problemi che affliggono le popolazioni dei Caraibi, oggi, sono eredità del passato coloniale e della tratta degli schiavi. Per questo i cristiani di quella regione hanno scelto il cantico di Mosè e di Miriam quale tema della Settimana: la mano di Dio che condusse il popolo fuori dalla schiavitù, dando continua speranza e coraggio agli israeliti, continua a infondere speranza ai cristiani dei Caraibi. Ma tutto il mondo ha bisogno di speranza e le Chiese possono testimoniare che «la mano di Dio semina la terra: essa pianta semi di libertà, speranza e amore», come si legge nell’inno di Mosè, lavorando insieme soprattutto nel servizio ai più deboli.

La Diocesi di Susa, insieme con la Chiesa battista di Susa, la Chiesa valdese, la Chiesa cristiana evangelica di Borgone e la Chiesa ortodossa romena promuovono la Celebrazione ecumenica della Parola di Dio la sera di giovedì 18 gennaio, alle ore 21.00, che si svolgerà nella chiesa battista di Susa (Lungo Dora Abegg 22). Ivo Blandino, della Chiesa battista, guiderà la preghiera e monsignor Alfonso Badini Confalonieri, Vescovo di Susa, terrà la predicazione. La Settimana sarà conclusa con la preghiera in Cattedrale giovedì 25 gennaio alle ore 21.00, presieduta dal Vescovo.

Quando i cristiani si riuniscono a pregare hanno la certezza che Gesù stesso è in mezzo a loro e prega con loro, come lui ci ha detto.

COMMISSIONE DIOCESANA PER L’ECUMENISMO

Testi per la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani e per tutto l’anno 2018

Dal Manuale delle Indulgenze:

Alla Chiesa cattolica sta massimamente a cuore la preghiera che il suo Fondatore la vigilia della sua passione ha elevato al Padre «affinché tutti siano una cosa sola» e perciò esorta ardentemente i fedeli ad elevare assidua preghiera per l’unità dei cristiani.

  • Si concede l’indulgenza plenaria al fedele che partecipa a qualche funzione durante la settimana di preghiera per l’unità dei cristiani e interviene alla conclusione di tale settimana.
  • Si concede l’indulgenza parziale al fedele che piamente recita una preghiera debitamente approvata per l’unità dei cristiani (per esempio, Dio onnipotente e misericordioso).

Per ottenere l’indulgenza plenaria, oltre l’esclusione di qualsiasi affetto al peccato anche veniale, è necessario eseguire l’opera indulgenziata e adempiere le tre condizioni: confessione sacramentale, comunione eucaristica e preghiera secondo le intenzioni del Sommo Pontefice.

Dio onnipotente e misericordioso, che, per mezzo del tuo Figlio, hai voluto unire le diverse nazioni in un solo popolo, concedi propizio che coloro che si gloriano del nome cristiano, superata ogni divisione, siano una cosa sola nella  verità e nella carità. E tutti gli uomini, illuminati dalla vera fede, si incontrino in comunione fraterna nell’unica Chiesa. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *